3 Domande Magiche

Sapevi che esiste un modo semplice e veloce per vendere il tuo servizio se non ti trovi al tuo agio con gli script, se sono le prime volte che ti trovi a vendere e se magari ti è capitato un possibile cliente sottomano e ti piacerebbe molto lavorare al suo progetto?

Questa tecnica riguarda 3 domande.

Non mi piace proporre soluzioni semplici e veloci perché nella vita le cose migliori richiedono tempo, ma oggi i tempi si sono accorciati parecchio rispetto ad una decina di anni fa.

Sono passato da zero ai primi clienti online in meno di 6 mesi.
E così anche molti miei clienti.

E chi aveva già clienti ha raddoppiato o triplicato i prezzi.

Prima mi spaventava fare queste affermazioni.

Perché la sindrome dell’impostore è sempre dietro l’angolo ma quando continui a ricevere messaggi da parte di clienti che ottengono questi risultati, ecco, diciamo che la situazione cambia 😅.

Pensavo, “vabbè sarò bravo io a vendere e magari non riesco a trasmettere questa competenza” ma una parte di vendita nei miei percorsi l’ho sempre inserita anche quando non faceva parte del servizio.

Sia da Designer per i miei clienti ristoratori, dove inserivo tecniche di vendita per il personale e nelle strategie di marketing dell’attività.

E sia nei miei primi percorsi di Personal Branding.

Ho notato che faceva sempre piacere ai miei clienti imparare a vendere meglio i propri servizi.

E così, tra un servizio e un altro, iniziarono ad arrivare le prime soddisfazioni dai clienti che vendevano o per la prima volta o ad un prezzo che mai si sarebbero sognati di vendere.

E da li, la vendita è diventata sempre più un perno sia nei miei servizi che nel mio piano editoriale e poi è super in linea con la mia Vision > Un mondo dove i freelance creativi vengono presi sul serio.

Ma tu stai aspettando le 3 domande giusto? 😅

Allora, tutto è nato con un un amico Designer che mi chiese consiglio perché aveva un possibile cliente tra mezz’ora.

Mezz’ora.
What?!

Allora gli chiedo se ha uno script, un brief, un processo per il primo incontro.

Niente, nada.
Perché?

Perché non se lo aspettava e di solito lavorava per Agenzie, quindi doveva “solo” fare il lavoro.

Ma questa volta aveva incontrato la proprietaria di uno studio estetico e tra i soliti discorsi è venuto fuori che lui è un designer e lei ha bisogno di un logo.

Domanda ed offerta si erano appena incontrate.

Fatto sta che il mio amico mi dice:
“Grazià (se hai seguito le mie storie sai perché) è che preferisco lavorare con le agenzie perché i clienti senza l’agenzia mi pagano poco ma questa volta mi piacerebbe fare un buon lavoro per conto mio”


“Ok, tempo non ne abbiamo.
Tu stai a zero sulla vendita.
Facciamo così.
Devi fare solo tre domande.
Seguimi.”


Seguimi pure tu .

1️⃣ La Prima Domanda

“Come mai bisogno proprio di (il tuo servizio)?”

Dopo che hai fatto questa domanda, ascolta per bene, prendi appunti e fai un altro paio di domande riguardo ciò che ti dice.

2️⃣ Seconda Domanda

“Come mai ne hai bisogno proprio ora?”

Per ogni domanda vale quello che ho spiegato prima.

3️⃣ Terza Domanda

“Come mai (il tuo servizio) vorresti farlo con me?”

– del tuo servizio
– ad averne bisogno ora
– e le motivazioni che lo hanno portato a scegliere te.

La maggior parte dei freelance fa esattamente il contrario.

Perde tempo a dare queste motivazioni al cliente che spesso non coincidono con le sue reali motivazioni, passando per quello che deve convincere, il classico venditore insomma.

Ora che devi fare?

Non ti resta che fare un bel recap.

“(Nome cliente) hai bisogno del servizio per questo motivo, questo e quest’altro.
Ne hai bisogno ora per questo motivo e quest’altro e preferisci sviluppare il progetto con me per questo motivo e quest’altro. Giusto?”

“Giusto!”

Ora il cliente non vorrà contraddire se stesso.

E quindi le probabilità che non accetti la proposta si sono abbassate notevolmente.

Non ti resta che chiudere con:

“Ok, quindi se ti invio una proposta dettagliata per (e rifai presente i vari punti) tra i 2000 e 5000 euro entro stasera per te andrebbe bene?”

E se ci saranno obiezioni, tranquill*.

C’è il mio articolo su come ribaltare le obiezioni.

Ah, il mio amico ha venduto il suo primo logo a 2000 euro.

Sai che condivido tutto con te ma mi ha chiesto di non fare nomi.
E rispetto la sua scelta.
Ma non potevo non raccontarti questa storia e non condividere le 3 domande.

P.s. questo è solo un assaggio di ciò che riceveranno gli iscritti alla lista d’attesa della Boom Academy!

È in arrivo qualcosa di…non so neanche come descriverlo, ma fossi in te non me lo perderei per nessuna ragione al mondo.

A presto !
Gracian💣

 

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *