Che problema hai?

Si , hai letto bene.

E non è una provocazione.
È una domanda legittima.

Ti spiego.

Un pilastro importante del Personal Branding è l’accettazione di te sess*.

E le strade sono 2:

O accetti te stess*
O respingi te stess*

Non c’è una via di mezzo.
Ho vissuto parecchi anni nel secondo gruppo.
A non accettarmi.

A non accettare parecchie cose di me. Dalle più piccole, come non saper fare i conti a mente. Lo so che è una sciocchezza, ma è una cosa che odio.

In famiglia avevamo un’edicola e quando i miei mi mettevano alla cassa a dare il resto per me era un incubo.

“E no, questi conti devi farli a mente, ti devi imparare”
Ma dico io, ma la calcolatrice vi proprio schifo?!

Ho 31 anni e ancora non ho imparato.

E se dovessi basare la mia autostima su questo singolo dato, ora sarebbe sotto i miei piedi.

Ho imparato però ad accettare il mio limite.
E ho scoperto che scrivere mi viene molto meglio che fare i conti.

Poi ci sono altre realtà più grandi che ho dovuto accettare.
Ma oggi sinceramente non mi va di parlarne.

Il punto è che nella nostra testa non esistono realtà piccole e grandi perché un ostacolo piccolissimo può trasformarsi in un macigno nell’accettazione di te stess*.

Quindi, prima di immaginarti un futuro migliore, inizia ad accettare il presente.

Altrimenti ti stressi, ti agiti, dimentichi le cose, dalle più piccole a quelle per le quali dovresti essere grato ogni giorno.

Solo così puoi sviluppare una leadership.

“Gracian ma io non voglio essere leader. Voglio semplicemente essere freelance e vivere di questo senza troppi grattacapi.”

Allora mi dispiace per te, avere grattacapi è un’altra di quelle realtà che devi accettare.

Sai che c’è? Tutti ci immaginiamo un futuro ideale dove non avremmo più problemi.

Ma non esiste.

La differenza non sta tra chi ha i problemi e non ce li ha.

La differenza sta tra chi accetta questa realtà e chi non l’accetta.

Ma quindi non posso modificare la mia realtà?

Certo, ma prima devi accettarla.

Allora, fermati un attimo e torniamo sulla questione problemi.

Perché è il focus di tutto questo discorso.
Partiamo dal principio.

Cosa è un problema?

È un aspetto della realtà che richiede la tua attenzione.

Quindi una vita senza problemi è una vita che non vale la pena di essere vissuta perché non richiede la tua attenzione.

Ama i problemi perché ti rendono viv*.

I sassi non hanno problemi.
Tutto ciò che è vivo su questa terra ha problemi.

Pensa ad esempio ai prodotti, i prodotti non sono vivi.
Ma quali sono i prodotti che si vendono di più?
Quelli che sembrano vivi, ovvero quelli che sono nati per risolvere i problemi.

“Gracian stai esagerando, e allora perché si vendono pure i prodotti ornamentali, quelli che compri “per bellezza”?

” Beh, perché quelli risolvono il tuo problema più grande, rendere più piacevole la tua esistenza.

Quindi se stai aspettando un futuro in cui non avrai problemi sappi che è il giorno in cui non ci sarai più.

Si, te la puoi fare la grattatina.

E ricordati, vieni pagato in base ai problemi che risolvi.
Più il problema è grande e specifico e più ti pagano.

A presto,
💣Gracian

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *