Clienti, come trovarli!

Oggi ti racconto come ho fatto 5 anni fa ad avere clienti in target, con budget e senza un profilo social!

Contesto:

  • Partita Iva da 2 anni
  • Nicchia: Brand Design per Ristoranti
  • Situazione: Fase di stallo

In pratica il lavoro andava bene ma facendomi due conti avevo bisogno di altri 3 clienti per raggiungere gli obiettivi di fatturato dell’anno successivo.

Non conoscevo il mondo dei social. 
Non sapevo creare contenuti
Non avevo una strategia online

. Una schiappa!

Ma 2 cose le conoscevo profondamente:

1. Il target
2. La vendita

Allora ho pensato.

Devo trovare un modo per farmi contattare da 3 Ristoranti che hanno bisogno del mio servizio.

Dovevo attirare l’attenzione con qualcosa di figo.
Qualcosa che il cliente la vedeva e pensava: Lo voglio anche io!

1° STEP

Apro Google Maps.
 Seleziono la mia area geografica.
E stalkero i ristoranti della zona.
Spulcio minuziosamente il menù, i social, il sito e…

Trovo il Gap.

A 9 su dieci mancava un format di comunicazione!

Non avevano un video che mostrasse la loro attività.

E quindi Gracian?
Tu mica facevi i video?

No.

Ma non è questo il punto.
Esistono i competitor complementari
, li ho capito il loro potere!

Ti spiego.

Il giorno dopo ero invitato al Matrimonio di un amico.

E l’idea che a questi ristoranti mancasse un video non si toglieva dalla testa.

Verso la fine della cerimonia.
La cantante annuncia:

“Iamm bell!”
(Giuro, matrimonio a Mondragone, ti lascio immaginare 😅)
200 invitati, giornata infinita!

Vabbè, fatto sta che avvisano che ci sarà il video anteprima del Matrimonio!

Ci mettiamo tutti intorno al proiettore.

Ed è il video della giornata corrente, già montato, editato etc…

Uno spettacolo!

Di solito non mi piacciono i video dei matrimoni, ma questo mi stupisce. Per i dettagli e per lo storytelling.

Chiedo chi è il Videomaker!
Un coetaneo, un ragazzo davvero simpatico ed in gamba.

Chiacchieriamo un po’, gli dico tutte le parti che ho apprezzato del video, i tagli, la musica e la color correction.

Poi gli dico:

“Ti va di prenderci un caffè per parlarti di un progetto che ho in mente?”

Ci incontriamo due giorni dopo.

Gli spiego l’opportunità dei video per ristoranti e gli mostro i miei attuali clienti per i quali dovremmo realizzare un video.

È entusiasta!

Seguimi bene.

Il patto è che dovrà realizzare 3 video per tre miei clienti che ho selezionato.
Ad una condizione.

Pagamento in anticipo per lui.
Di tutti e 3 i video.
Il giorno stesso che ci siamo presi il caffè.

A patto che 👇

Sia all’inizio che alla fine del video verrà menzionato il mio brand con i miei contatti.

La sua risposta
“Bast ca si fatic”

Ci sta!

2° STEP

Il giorno seguente vado a fare visita a tutti e tre i miei clienti.

La mia proposta non si può rifiutare.
È gratis.

Mi presento dicendo che ho un regalo per loro: un video per presentare la loro attività.

È un modo per ricambiare la fiducia di essersi affidati sempre a me.

Possono usarlo per sponsorizzazioni, come sottofondo nelle cerimonie, sul sito, ovunque.

Naturalmente accettano tutti e 3.

Ok, ora inizia il piano.

Ho 3 video di 3 attività.

Ti ricordi Google Maps?

3° STEP

Mando questi video a tutti i contatti con un messaggio di introduzione e CTA.

No sponsorizzate.
Messaggi personalizzati.

Risultato?
5 appuntamenti.
3 conversioni.

Il video serviva da Gancio.

La proposta era il mio servizio di Branding con affiancamento annuale.

Quello di cui avevo bisogno.

Allora , qui ti ho parlato di 5 anni fa.

Oggi le strategie per trovare clienti le ho ottimizzate all’ennesima potenza.

 

  • Ma come ottimizzare questa strategia per un freelance che parte da zero con zero clienti?
  • Cosa scrivere nei messaggi per fare in modo di fissare l’appuntamento?
  • E come convertire il cliente?

 

Non perderti i prossimi articoli!

A presto!
💣 Gracian

 

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *