I due Poteri Segreti del Personal Branding

In questa articolo ti racconto I 2 Poteri segreti del Personal Branding e come puoi sfruttarli a tuo vantaggio.

Allora, quello che devi sapere è che il branding è sempre stato un’esclusiva delle grandi aziende.
Una capacità di modificare la percezione delle persone a proprio piacimento.

Prendi la Coca Cola, che cos’è?
È una fabbrica di bibite gasate.

Che tra l’altro fanno anche male alla tua salute.

Ma grazie al branding la percepisci in maniera positiva.
Non manca mai a tavola durante le feste.

Questo perché hanno lavorato molto bene sui 2 poteri:

1) La presenza fisica
2) La presenza mentale.

Ora ti spiego che cosa significa ma vorrei prima farti ragionare su un altro aspetto: quel potere delle grandi aziende oggi è anche nelle tue mani.

Anche tu puoi comunicare a tantissime persone ed essere percepit* in maniera positiva.

Anche tu puoi conquistare un sacco di clienti e vendere i tuoi servizi ad un prezzo fuori dal mercato.

Ed è davvero un’ingiustizia non sfruttare quest’opportunità, che mai prima d’ora si era presentata nella storia dell’essere umano.

Puoi utilizzare le stesse piattaforme che utilizzano le persone più potenti del mondo.

E puoi farlo a tuo vantaggio.

Io non so tu, ma ogni volta che mi soffermo a pensarci, mi esplode la testa.

Non mi sembra vero.
E odio sentire i miei amici coetanei lamentarsi della scarsità di lavoro.
Perché poi se provo ad accennare loro che lo smartphone che hanno in mano è il miglior strumento di lavoro che abbiano mai inventato, ecco che partono con tutte le scuse del mondo.

La scusa che mi affascina di più è sempre la stessa:

Eh ma io non lo so fare”

Se è per questo, non sapevi neanche camminare, parlare, leggere e scrivere.

Hai il potere nelle tue mani (letteralmente), sfruttalo.

E per farlo devi comprendere la presenza fisica e la presenza mentale.

Torniamo un attimo alla Coca Cola.

Ora non sto qui a raccontarti tutta la storia che puoi trovare ovunque.

Il punto è che la Coca Cola sfrutta molto la presenza fisica grazie all’enorme budget (che a te non serve).

Cos’è la presenza fisica?

Hai presente quando vai al supermercato? Ok.
Tra le bibite gasate, qual è quella più presente? Quella che riempie più scaffali?

La Coca Cola.

Più andiamo indietro nel tempo, meno concorrenti c’erano e più gli scaffali erano pieni di Coca Cola.

“Gracian ho capito, ma io che cosa ci dovrei fare?”

Devi sfruttare la tua presenza fisica.
Devi essere disponibile tra gli “scaffali”.
Altrimenti le persone non possono sceglierti.

Più sei presente tra gli scaffali e più persone ti sceglieranno.

In psicologia si chiama “Euristica della disponibilità”.
Scegliamo ciò che più facilmente viene riportato alla nostra memoria.

Se ad esempio tu dovessi rivolgerti ad un professionista per far esplodere il tuo personal brand.

Qual è la prima persona che ti viene in mente?

Se hai pensato a me, intanto grazie.

Ma non l’hai fatto perché sono il migliore di tutti ma per euristica della disponibilità.

Non lamentarti del fatto che non ti scelgono se non sei nemmeno sullo scaffale.

E quali sono oggi gli scaffali sui quali devi essere presente per farti scegliere.

Semplice, i social.

Ma sai qual è il bello?
Che oltre ad essere presente sugli scaffali, oggi puoi anche far assaggiare il tuo prodotto.

Hai presente quando sei indecis* al supermercato tra quale prodotto scegliere? Pensa se potessi assaggiarli/provarli e poi scegliere.

Sarebbe fantastico, e i prodotti che non si potranno assaggiare non venderebbero manco più.

Perché questo è il potere del mercato, ogni volta che c’è un’innovazione, chi non la segue, viene tagliato fuori dal mercato stesso per selezione naturale.

E tu hai anche quel potere.

Puoi creare un Freebie (un piccolo prodotto gratuito) se le persone lo apprezzano, sceglieranno te.

Non solo.
Le persone che ti scelgono, verranno raggruppate in una lista email.
Per sfruttare il secondo potere.

La presenza mentale.

È quella che sto applicando in questo momento su di te.

Mentre leggi queste parole, ascolti la tua vocina interiore che sta leggendo. E il tuo cervello non riconosce se queste parole le stai leggendo o le stai pensando.

Le mie idee iniziano a diventare le tue idee.
Le mie parole iniziano a diventare le tue parole.

Prima ero presente nello scaffale, ora sono presente nella tua mente.
Non è stregoneria, è così che ci siamo evoluti.

Attraverso lo scambio di idee.

Perché le mie non sostituiranno le tue, ma si aggiungeranno alle tue idee e le miglioreranno.

E la scrittura è stata la prima tecnologia che ha permesso questa condivisione, il boom tecnologico nasce proprio con l’invenzione della stampa. 

Grazie a questo processo che sta avvenendo proprio in questo momento tra me e te.

E la Coca Cola? Come ha creato la sua presenza mentale?

Creando un ecosistema di credenze (branding) trasmesse principalmente attraverso la TV.

L’orso polare, Babbo Natale e tutta quella roba li.

Così entri nel supermercato, la vedi sugli scaffali e la tua mente va a recuperare il ricordo della pubblicità e quasi inconsciamente la metti nel carrello.

E tu che, a differenza della Coca Cola, non causi bruciore di stomaco e diabete ma aiuti le persone attraverso le tue skill non vuoi sfruttare questo potere?

Eh no cavolo! Non è giusto!

Magari prima non lo sapevi, ma ora che lo sai, non puoi più ignorarlo.

Questo è il Personal Branding.
Presenza fisica e mentale.

A presto!
💣Gracian

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *