Quale è la tua ossessione?

Quando ho iniziato a pubblicare contenuti su Instagram sono stato influenzato da un post di Dain Walker.

In poche parole diceva di pubblicare un carosello al giorno per 90 giorni.

Il mio profilo faceva pena e mi lamentavo.
Così decisi che non potevo lamentarmi se non provavo questa sfida.

Era inutile dire “ma Instagram non funziona!”.
Non potevo dirlo perché non avevo fatto quello che andava fatto.

 

Così, creare un carosello al giorno l’ho fatto diventare la mia ossessione.

 

Mentre lo facevo non ci credevo, mi sembrava impossibile che una cosa così semplice potesse funzionare.

“Gracian ma fare un carosello al giorno me lo chiami semplice?”

Mmm, sei mai passato davanti ad un campo di pomodori?
Vallo a dire a quelle persone che creare un carosello al giorno è troppo faticoso. Lo so, così rischio di cadere in una squallida retorica ma non posso farci nulla.
Lo penso davvero.

 

Viviamo in un epoca in cui ogni ostacolo ci sembra insormontabile.

 

E in più siamo bombardati da contenuti che ci dicono che tutto ciò che facciamo non è abbastanza.
Ed io non sono speciale.
E nemmeno immune a questo tipo dinamiche.

Ma ogni volta che non mi va di fare qualcosa o penso di non riuscirci la trasformo in un ossessione.
E nel momento in cui diventa ossessione, ecco, li avviene la magia.

E che cosa è successo in quei 90 giorni?
È avvenuta la magia!
Addirittura prima dei 90 giorni.
(Se non conosci la mia storia ti lascio il link alla fine così puoi leggerla.)

Ma torniamo a noi. Voglio parlarti a tu per tu.

 

Mi piacerebbe tantissimo sapere qual è la tua ossessione.

 

Siamo tutti ossessionati da qualcosa e il bello è che oggi puoi monetizzare le tue ossessioni.
Perché li fuori, da qualche parte, c’è qualcuno che ha la tua stessa ossessione o che ha bisogno della tua ossessione.
Ma nel frattempo, le persone che ti sono vicine, non la vedono così.
Pensano che tu sia pazz*.
Che esageri!
Non ti supporteranno.
Per loro perdi tempo sui social invece di lavorare davvero.
Per loro la tua ossessione è un passatempo che non ti porterà da nessuna parte.
Ma sia chiaro, lo fanno perché ti vogliono bene.

Però non vedono il mondo come lo vedi tu.

È dalle ossessioni che nascono le idee migliori.
Lo schermo che stai scrollando era l’ossessione di Steve Jobs. (Anche se hai un Android)

“Ok Gracian, quindi non devo avere una vita? Amicizie, uscite, svago? Solo ossessioni?”

Ti rispondo così:
Ci sono 2 tipi di persone, quelle che vivono la propria vita e quelle che si fanno trascinare dalla vita.

Se gli amici, le uscite e lo svago ti servono per fuggire momentaneamente da una vita che non ti piace (l’ho fatto per molto tempo) allora mi dispiace, fai parte del secondo gruppo.
E fossi in te farei di tutto per uscirne il prima possibile.

Se invece gli amici, le uscite e lo svago aggiungono più valore alla tua vita, allora benvenuto nel club.

Ma quindi cosa fa precisamente una persona ossessionata?
È felice.


È felice perché non desidera il risultato, ma l’ossessione stessa.

Ad esempio per me la felicità non è sciabolare lo champagne in piscina.
Per me la felicità è scriverti questa email.
È questa la mia ossessione.
Il mio scopo.

Il risultato, il traguardo, durano un attimo.
A che serve essere felici per un attimo?!
Devi essere felice durante la corsa.

E come si fa?
Trasformala in un’ossessione.

Ma ora sono troppo curioso.

Qual è la tua ossessione?

Commenta questo articolo o scrivimi su Instagram.
Rispondo a tutti personalmente.

Ti aspetto.

💣 Gracian

 

P.S. Qui puoi leggere la mia storia

👇

P.P.S.

Inizio io.

Un’altra mia ossessione sono i font.

Quando sono in giro non posso fare a meno di fissarmi a osservare i font delle insegne e non ti dico quando leggo i Menú 😅

E adoro la Q maiuscola del Baskerville.

E che ci devo fa, sono ossessionato.

Ah e dico spesso…

BOOM! 💣

A presto!
💣 Gracian

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *